Alla Smea studenti da tre continenti

Presentazione

Mentre proseguono a pieno ritmo i lavori di selezione degli studenti italiani per l'iscrizione all'anno accademico 2017-2018 della Laurea magistrale in economia e gestione del sistema agro-alimentare, per i candidati stranieri l'operazione è già conclusa. Gli studenti che provengono da paesi al di fuori dell'Unione Europea devono infatti disporre di più tempo per ottenere i visti e organizzare la propria permanenza in Italia.

Comunque, a conti fatti, risulta anche quest'anno molto corposa la presenza straniera, a riprova del forte orientamento verso l'internazionalizzazione che caratterizza da sempre il corso Magistrale della Smea – Alta scuola dell'Università Cattolica di Cremona.

E con provenienza davvero da mezzo Mondo. Perché come ci conferma il professor Daniele Rama, direttore della Smea, per l'anno accademico che inizierà il prossimo ottobre, alla Laurea magistrale arriveranno studenti dal Ghana, Cameroun, India, Tailandia, Singapore, Salvador e Brasile.

Candidati dunque da tre continenti, e con background di studio piuttosto differenziati: dall'agribusiness alle biotecnologie, dal management sino all'ingegneria elettronica.

D'altro canto, la Laurea magistrale Smea si caratterizza fin dalla sua nascita per la forte propensione all'internazionalizzazione. Ormai da anni le lezioni sono tenute interamente in lingua inglese, e sono ampie e articolate le collaborazioni con molti atenei stranieri. Gli studenti della Laurea Smea possono infatti conseguire il Double degree (un vero e proprio doppio titolo di laurea), frutto di un accordo tra l'Università Cattolica e l'Università di Wageningen (Olanda), che permette agli studenti dei due atenei di frequentare il secondo anno del loro corso di studi presso l’ateneo partner e, al termine dei corsi, grazie al mutuo riconoscimento degli esami, di conseguire entrambi i titoli.

Altre collaborazioni sono pienamente attive tra Smea e il Politecnico di Monaco e l'Università di Bonn in Germania; l'Università di Lovanio in Belgio e Uppsala in Svezia; le Écoles associate alla Fésia in Francia; le Università di Davis, Connecticut, Iowa e North Dakota negli Usa; le australiane James Cook University e Royal Melbourne Institute of Technology; il Niagara College in Canada; la Pontificia Universidad Católica de Chile.

Data
14 luglio 2017